lunedì 28 febbraio 2011

1^ corri sul mare - 27 febbraio 2011


Si è svolta ieri la prima edizione della corsa denominata "Corri sul mare" con un percorso non competitivo di 4 chilometri da Levanto a Bonassola attraverso le suggestive gallerie della vecchia linea ferroviaria appena riaperte e trasformate in pista ciclopedonale con tanti punti panoramici che affacciano su deliziose calette. Oltre alla marcia non competitiva era prevista anche una gara competitiva di circa 12,700 chilometri. Questa gara è inserita nel circuito della Stralevanto e Mesco sotto le stelle.
Chi correrà le tre gare e sarà inserito nelle classifiche avrà diritto ad una bottiglia di autentico schiachetrà.
L'evento è stato organizzato da: comuni di Levanto e Bonassola, Pro Loco di Bonassola, Stralevanto 2000, Gruppo Città di Genova, Consorzio turistico Occhio Blù, Levantoinforma e i podisti di Levanto e Bonassola.
L'iscrizione era di € 3,00 per la non competitiva e di € 6,00 per la competitiva.
Il pacco gara consisteva in una bottiglia di vino.
Per facilitare i partecipanti è stato anche previsto un servizio bus navetta per trasporto borse a Bonassola con partenza alle 9,45.
Ad attendere tutti all'arrivo (podisti ed accompagnatori) un ristoro con focaccia, torte salate e dolci; degustazione dei vini della vallata e pasta party.
Premi per i gruppi più numerosi e per i primi 20 uomini e le prime 10 donne.

Io ho partecipato alla competitiva e, nonostante il maltempo (più annunciato che reale), mi sono divertito molto; forse eravamo meno di quelli che ci si poteva aspettare se fosse stata una giornata di bel tempo ma anche così siamo stati in 95 a portare a temine la corsa che è cominciata sotto una pioggerellina molto leggera che non dava alcun fastidio e che, nel corso della gara è cessata regalando all'arrivo anche qualche timido accenno di schiarita.
Organizzazione ottima per il trasporto borse all'arrivo (comodissimo), il servizio docce (di cui pochi hanno usufruito), il ristoro finale (ottimo e abbondante) e per aver garantito la chiusura al traffico in tutto il percorso; questo ci ha permesso di concentrarci sulla corsa (e di guardare i panorami mozzafiato che si presentavano ai nostri occhi) senza doverci preoccupare di evitare le auto e di correre a bordo strada.
Il percorso iniziava come per la non competitiva davanti al comune di Levanto e proseguiva per le vecchie gallerie appena riaperte; arrivati a Bonassola si faceva un giro del paese e si prendeva per la strada che porta a Levanto e a Deiva; arrivati al bivio (dopo circa 2,5 chilometri di salita) cominciava la discesa fino a Levanto; da lì si riprendevano le gallerie per giungere all'arrivo nella zona pedonale di Bonassola.

Chi volesse vedere la classifica della gara può trovarla sul blog di Paolo Pelloni o a questo link.

sabato 26 febbraio 2011

Alleniamoci con Kim Strother



In questo post vi presento una serie di esercizi che non sono nati espressamente per i podisti ma servono per mantenere una buona forma generale e possono essere molto utili anche per chi pratica la corsa. Sono utili per il core e per le gambe, sono semplici e veloci da fare e sono presentati in modo molto chiaro.

martedì 22 febbraio 2011

Maratona di Roma 1960





La maratona di Roma del 1960, quando vinse uno "sconosciuto" etiope che correva scalzo!
Quello "sconosciuto" era il famosissimo Abebe Bikila e la sua impresa è rimasta impressa negli annali della maratona.
Lo scorso anno, in occasione della sedicesima edizione della maratona di Roma, a cinquant'anni da quella splendida vittoria, molti podisti hanno percorso gli ultimi metri del percorso scalzi in suo onore, così anche il pacco gara, lo zainetto, riportava il suo numero, l'undici per un giusto tributo.
Il 20 marzo prossimo si correrà la diciassettesima edizione di questa stupenda maratona.

Il video è suddiviso in due parti.

venerdì 18 febbraio 2011

Lezione di stretching


Come tutti i podisti sanno, lo stretching è molto importante; possiamo dire che è basilare per correre a lungo e senza problemi (o, quantomeno, limitandoli al massimo). Spesso però ci "dimentichiamo" di farlo, vuoi perché siamo di fretta, vuoi perché ci piace correre e non fare altri esercizi.
E invece... vanno fatti!
Ci sono molte opinioni su quando è meglio farli; prima di una gara o di un allenamento, subito dopo, a distanza di un certo tempo, ecc.; ognuno la vede a modo suo ma tutti concordano sul fatto che siano necessari.
Quelli che vi propongo in questo post sono ottimi da fare dopo un allenamento o anche a distanza di alcune ore da una corsa e, ancora, come esercizio nei giorni di riposo. Personalmente, penso che, prima di una gara sia meglio fare esercizi di stretching dinamico di cui vi parlerò in un prossimo post.
Questi esercizi li ho trovati sul sito di Runner's World, di cui vi ho parlato in un post precedente. Potete scaricare l'immagine cliccandoci sopra con il tasto destro del muse e cliccando su "salva immagine con nome..." oppure scaricarla direttamente dal sito di Runner's World a questo link.

lunedì 14 febbraio 2011

Parco degli acquedotti


Trovandomi a Roma sono tornato a correre al parco degli acquedotti; c'ero già stato l'ultima volta che ero stato nella capitale e, ormai, penso che diventerà un appuntamento fisso dei miei soggiorni romani anche perché sono ospite in zona e mi è quindi molto comodo raggiungerlo.
Come dice il sito www.fitrunning.it (da cui ho preso la mappa) il parco è molto grande e permette di correre e andare in bici fra le suggestive rovine degli acquedotti romani di età imperiale e del rinascimentale acquedotto Felice.
Sul sito www.fitrunning.it si possono trovare molte informazioni per correre a Roma e, nella sezione intitolata "Correre a Roma", i luoghi, suddivisi per zona, dove è possibile praticare il podismo. Si possono scaricare tutte le cartine con indicate le fontanelle, i percorsi misurati e le informazioni utili. Un sito davvero interessante.

Per convincervi ad andare a correre al parco degli acquedotti (nel caso non ci foste mai stati), ecco una bella immagine del parco tratta da Wikipedia.

venerdì 11 febbraio 2011

Esercizi per gli addominali - in piedi e con l'elastico



Ho già inserito questo video in un altro post, quando ho parlato della maratona di Pisa e della nevicata che ha fatto si che venisse annullata; voglio riproporlo nuovamente perché intendo creare una serie di post dedicati esclusivamente agli esercizi. Prenderò in considerazione la core stability, le andature ed altro; per quanto possibile, tutti i post saranno corredati di video e/o immagini per aiutare chi non ha un allenatore o qualcuno che possa insegnargli la corretta esecuzione dell'esercizio.
Comincio da questi che servono per rafforzare la zona del "core", importantissima per correre bene e forte.
Come ho già detto, sono pubblicati sul numero di Runner's World di dicembre 2010 a pag.53; il video, in inglese, è tratto dalla versione internazionale del sito di Runner's World dove, nella sezione video, potete trovare tanti altri video molto interessanti.

lunedì 7 febbraio 2011

... e due!


Dopo la mezza maratona di Livorno, ieri ho corso la mia seconda mezza maratona: la mezza maratona internazionale delle due perle.
Così le medaglie ricordo adesso sono due.
Quanto alla corsa devo dire che sono rimasto molto contento; l'ho scelta perché si corre in luoghi meravigliosi, il percorso, infatti parte da Santa Margherita Ligure e arriva a Portofino, dopo un primo giro di boa nella famosa piazzetta si ritorna verso la partenza sempre sulla strada lungomare, attraversando Paraggi e tutta la stupenda costiera per un altro giro di boa nel centro di Santa Margherita Ligure e poi un altro giro fino a Portofino e ritorno.
La partecipazione è stata straordinaria (quasi 2400 iscritti, poco più di 2100 partenti e ben 2005 arrivati) con la partecipazione della Squadra Nazionale di Maratona che si è presa i primi quattro posti della gara maschile (classificandosi nell'ordine: Pertile, Curzi, Andriani e Bourifa) e dell'atleta Emma Quaglia, vincitrice della gara femminile in 1:13:20.
La bella giornata, con qualche nuvola ed un po' fredda alla partenza ma che ha regalato un sole quasi primaverile verso fine mattinata, ha fatto il resto.
Percorso non facilissimo con molte variazioni di ritmo e alcune salite/discese (soprattutto quella da e per la piazzetta di Portofino) che non consentono di andare alla ricerca del PB.
Anche solo i panorami che possono assaporarsi lungo il percorso valgono la partecipazione a questa corsa.
Pur avendo interpretato questa gara come un allenamento (un lungo in preparazione di una maratona) e con un dolorino al ginocchio causato dal lungo di 27 km. di venerdì scorso che mi ha indotto a non forzare troppo ho comunque "limato" il tempo fatto a Livorno di 42 secondi; non molti ma viste le premesse (e il dislivello del percorso) sono molto soddisfatto; questo conferma che il costante allenamento e l'impegno danno i loro frutti.

giovedì 3 febbraio 2011

Runner's World


Dopo aver parlato del sito, in un precedente post, segnalo anche la rivista. La rivista "Runnerìs World" è edita in varie lingue, quella originale in lingua inglese ma esiste anche la versione italiana con la sua redazione. Ha cadenza mensile per 12 numeri annui e costa 5,00 euro a copia, l'abbonamento annuale consente di risparmiare, costa infatti 48,00 euro per un anno (12 numeri).
Io lo acquisto da alcuni mesi e lo leggo sempre con molto piacere.
Come già ho detto per il sito, ci sono articoli molto interessanti, i calendari delle gare e molto altro ancora.